lunedì 1 ottobre 2018

ATOMIC RUNNER CHELNOV











LOCANDINA:




















ANNO: 1988

SOFTWARE HOUSE: Data East Corporation

GENERE: Platform / Sparatutto

DESCRIZIONE: Il videogioco vede come protagonista Chelnov, un minatore russo ma trapiantato negli USA, dedito all'estrazione del carbone (nella versione per console è un giovane scienziato), che viene travolto dalle radiazioni emesse dall'esplosione di una vicina centrale nucleare; Chelnov sopravvive, ma scopre di essere in possesso di poteri sovraumani. Nel frattempo la Terra viene invasa dai Destariani, un clan di esseri apparentemente alieni, che popolarono la Terra in tempi antichi e che ora rivendicano la sovranità sul pianeta; Chelnov decide di utilizzare i suoi nuovi poteri per liberare il pianeta dagli invasori, in un percorso che lo porta dalla prigione nella quale era stato rinchiuso fino alla Statua della Libertà di New York.


Atomic Runner Chelnov si presenta come il più classico dei platform sparatutto sullo stile di Contra, ma con la novità rappresentata dallo scrolling continuo ed inarrestabile dello scenario, che ha termine solamente alla fine dei vari livelli, dove bisognerà vedersela coi boss. I controlli includono il joystick per direzionare i colpi e per accovacciarsi, oltre che per accelerare o decelerare la corsa, il pulsante di sparo, il pulsante di salto e, ulteriore novità, un pulsante per invertire la direzione di Chelnov, affinché possa girarsi indietro e camminare a ritroso. Lungo il percorso è possibile trovare svariate armi da sostituire alla pistola laser di cui il protagonista è inizialmente armato (missili, shuriken, mazzafrusti da piede, boomerang, proiettili di fuoco) e power-up che permettono di incrementare la potenza dell'arma corrente. I nemici comuni sono per lo più eliminabili con un solo colpo, e possono essere sconfitti non solo con l'arma di Chelnov ma anche saltando sopra ad essi (in questo può ricordare un po' la saga Mario Bros); ve ne sono diversi e rappresentano un misto di esseri ispirati alla fauna reale e mezzi tecnologicamente avanzati, un minestrone sconnesso dal gusto un po' kitsch dal quale non si salvano neanche i boss di fine livello, tra i quali troviamo un drago, un Dogu gigante (che va sconfitto due volte, nel secondo e nel quarto livello), un elicottero bielica, uno pterodattilo, un robot ed infine il celebre alieno della saga di film di fantascienza Alien, armato di spada, in un faccia a faccia che da ultimo ha luogo sulla Statua della Libertà. Il protagonista ha tre vite e se colpito una sola volta perde la vita corrente ed è costretto a ricominciare il gioco da un determinato checkpoint.

ATOMIC RUNNER CHELNOV

Nessun commento:

Posta un commento