lunedì 5 novembre 2018

ART OF FIGHTING










LOCANDINA:




















ANNO: 1992

SOFTWARE HOUSE: SNK Corporation

GENERE: Picchiaduro

DESCRIZIONE: 
Con Art of Fighting, SNK tenta di surclassare Capcom puntando sulla potenza del motore grafico, realmente impressionante per l'epoca; con sprite enormi che si modificano in maniera dinamica subendo danni durante gli incontri, e una gestione cinematografica della camera che riprende i lottatori zoomando in due direzioni a dipendenza della posizione degli stessi.
Come rovescio della medaglia, alcune di queste scelte rendono il gioco talvolta impacciato e poco intuitivo rispetto al diretto concorrente.
È presente un'innovazione per i picchiaduro, ovvero una barra di spirito che cala con ogni mossa speciale effettuata ed è possibile ricaricarla lasciando premuto il tasto del pugno.

La modalità a giocatore singolo è sorretta da un'esile trama, che vede i due amici Ryo Sakazaki e Robert Garcia lottare per soccorrere Yuri, la sorella del primo dalle grinfie dell'onnipresente cattivissimo.
La presenza di due personaggi giocabili identici (Ryo e Robert, due spin-off evidenti di Ryu e Ken) e la gestione dei pulsanti di pugno e calcio (oltre che un tasto per i colpi potenti ed uno per provocare l'avversario allo scopo di fargli perdere energia di spirito) ci mostrano che, in qualche modo, Art of Fighting si rifà più al primo Street Fighter che non al secondo accusando in qualche modo un discreto gap generazionale.
Senza dubbio innovativa e importante è invece l'introduzione della supermossa segreta ottenibile completando con successo uno dei diversi bonus stage che si presenteranno durante il percorso.
Per quanto riguarda la modalità a due giocatori, tutti gli otto personaggi sono selezionabili permettendo così una più ampia scelta e un discreta varietà di gioco.

ART OF FIGHTING

Nessun commento:

Posta un commento