domenica 11 febbraio 2018

STREET FIGHTER III: 3RD STRIKE









LOCANDINA:




















ANNO: 1997

SOFTWARE HOUSE: Capcom Co., Ltd.

GENERE: Picchiaduro

SISTEMA DI GIOCO: 
In Street Fighter III è stato implementato il sistema di difesa "Parry", ovvero una parata improvvisa dell'attacco avversario, avvantaggiando il difensore di un tempo di recupero eccellente, con conseguente possibilità di contrattacco immediato.

Il parry è una tecnica difficile da eseguire, bisognosa di tempismo e prontezza, spesso fondamentale per la vittoria o la sconfitta.
A differenza del sistema "Just Defense" apportato in Garou: Mark of the Wolves, dove era consentito poter compiere parry solo per un breve intervallo, in Street Fighter III le parry sono effettuabili liberamente.
I programmatori Capcom, notando che questo stile cambiava radicalmente il gameplay, hanno deciso di rimuovere la "parata aerea", per rendere il gioco più appetibile e non troppo complesso.
Per le barre "Super!", capaci di far compiere un attacco erculeo e letale, si è inquadrato l'analogo metodo in Street Fighter Alpha: sarà possibile eseguire una Super! non appena l'apposita barra si riempie.
Altra novità nel gameplay sono le "E.X. Move!", versioni potenziate di una mossa speciale, sferzabili al prezzo di una o due tacche del Meter.
A ritornare sono anche le Taunt, ovvero prese in giro nei confronti dell'avversario, disponibili però solo in Street Fighter III: 2nd Impact — Giant Attack e Street Fighter III: 3rd Strike — Fight for the Future. Se eseguite completamente, le Taunt donano benefici ai personaggi.

STREET FIGHTER III: 3RD STRIKE

Nessun commento:

Posta un commento