lunedì 31 dicembre 2018

RADIANT SILVERGUN












LOCANDINA:




















ANNO: 1998

SOFTWARE HOUSE: Treasure Co. Ltd.

GENERE: Sparatutto A Scorrimento Verticale

DESCRIZIONE: Chiunque abbia qualche annetto si ricorderà certamente di Treasure. O, almeno avrà certamente sentito parlare del suo sparatutto frenetico e preciso.
Lo studio di sviluppo, durante i suoi quasi 20 anni di età, si è impegnato per accumulare esperienza nel campo dei giochi action di altissima qualità, dove gli appassionati hanno a che fare con schermate dense, dove è necessario schivare una pioggia di luce e sconfiggere i nemici futuristici senza sosta, sia in 2D che in 3D.

Se è uno shooter di Treasure, quasi certamente è perfetto. O, comunque, in grado di introdurre meccaniche mai viste che in Giappone sono diventate leggendarie. Fra i loro titoli si annoverano Ikaruga, Sin & Punishment, Mischief Makers, Bangai-O Spirits, Gunstar Heroes, Astro Boy e Alien Soldier.

L'apice lo raggiunsero nel paese del Sol Levante con l'ultima console SEGA. Se vi è una ragione per possedere un Saturn o una Dreamcast, senza dubbio si identifica nella quantità e la qualità degli sparatutto verticalo, così caratteristici di quei tempi.
Si potrebbe dire che la "padre" di tutti i titoli di questo genere (e più specificamente dell'acclamato Ikaruga), e uno dei più grandi gioielli, rilasciato alla fine degli anni '90 giapponesi su Saturn, risponde al nome di Radiant Silvergun.

Alla larga potrebbe sembrare un solito sparatutto verticale, ma una volta aperto il gioco le idee sorprendenti emergono in modo molto coinvolgente. Senza oggetti o power-up, la navicella è dotata di un buon arsenale, in grado di sparare in quasi tutte le direzioni.
I suoi sette laser e lanciamissili sparano costantemente, a volte in forma lineare o tracciando disegni che riempiono tutto lo schermo. Le armi preferite, le più usate, acquisiscono esperienza e salgono di livello.
E per la difesa, oltre alla capacità essenziale del giocatore di muoversi, vi è la 'radiant sword', una spada in grado di assorbire alcuni tipi di missile e di garantire un super attacco durante un breve periodo di invincibilità.

Ci sono due modi per controllare il gioco: premere più tasti o premerli in combinazione. Nella modalità originale, tutto può essere fatto con solo tre pulsanti, sparando attraverso varie combinazioni di tasti.
Ma approfittando dei controlli di Xbox 360, tutte le combinazioni possono essere designate a tasti separati mentre si muove la nave con il d-pad o lo stick. Scegliete quello che più vi piace, ma a nostro parere usare solo i tre tasti semplifica il tutto.
Per quanto riguarda il movimento, dobbiamo riconoscere che ci aspettavamo un po' più di precisione e scorrevolezza, soprattutto quando è necessario affrontare un livello molto affollato, con pericoli da evitare dislocati dappertutto. Non abbiamo potuto testare con il gioco con un joystick arcade, purtroppo.

Oltre alla raccolta di proiettili rosa per caricare lo spadone (un must nella maggior parte dei combattimenti) Treasure ha aggiunto la possibilità di creare combo o colpi concatenati: i tre tipi di nemici si differenziano per il loro colore, colore che torna utile per eliminare nemici a gruppi di tre se si vuole prendere un bonus.

Per capire questo sistema di gioco, benché non molto complicato, sarebbe stato gradito l'inserimento di un piccolo tutorial guidato con esempi, con le armi devono essere utilizzate di volta in volta, e sui boss finali (che rientrano in sezioni a tempo limitato e offrono un riassunto del punteggio) o sulla radiant sword.
Invece, ci si ritrova con due schermate ricche di istruzioni e una modalità training. Alla fine, si deve imparare da soli, come una volta, morendo un centinaio di migliaia di volte prima di afferrare il concetto.

Radiant Silvergun HD è un gioco molto difficile, e non ci aspettavamo diversamente. La maggior parte dei giocatori non raggiungono la metà del primo livello.
È necessario perseverare, e non arrendersi subito come si farebbe con un gioco di oggi. Si tratta di un'esperienza stimolante per coloro che vogliono perfezionare la loro tecnica e gareggiare contro il punteggio più alto. Memorizzare la coreografia dei nemici, dominare le combinazioni di tasti sul controller o imparare concetti "pro" come l'area della navicella sensibile all'impatto.
Benvenuti negli anni '90, dove si riceveva una tremolante schermata di avvertenze prima di avviare il gioco.

Eppure, con i tempi che corrono, ci aspettavamo qualche opzione più accessibile. In questa versione c'è una modalità "molto facile", con 10 navicelle per il "continue".
E se non ve ne foste accorti, gli scenari e i nemici in realtà sono stati progettati per sfruttare la presenza di due giocatori, con due navi che sono sincronizzate sullo schermo. Si possono trascorrere ore con un collega nella vostra casa o, notizia fantastica, giocare online in co-op tramite Xbox Live.

Tra le altre novità ci sono diverse opzioni per il filtraggio e il posizionamento delle immagini, perché è un fedele remake della versione per Saturn. Ritocca l'HUD, gioca in una modalità arcade o storia, cambia lo sfondo, scarica o carica i dati dei punteggi dalla rete moltiplicando le ore di utilizzo, ed ecco riemergere il panorama competitivo del classico cult.
C'è anche una modalità nascosta denominata Ikaruka, e se conoscete l'opera di Treasure, potete già immaginare come si gioca.

Dietro tutto questo c'è la classica impronta Treasure, con misticismo, cultura cyberpunk e varie minacce alla Terra.
Anche i capitoli, se ci fate caso, vengono riprodotti in disordine cronologico.
Un incentivo per scegliere la modalità storia, esclusiva per Saturn.

Qualcuno potrebbe lamentarsi dell'aggiornamento pressoché nullo della grafica del gioco, al di là delle dimensioni degli sprite e di un paio di effetti moderni (tutti disattivabili), o dell'impossibilità di adattarsi ai monitor contemporanei.
Il primo problema forse si sarebbe affrontare in maniera migliore, anche se lo spettacolo è garantito e sembra abbastanza decente anche su un televisore moderno. Per quanto riguarda lo schermo, questo gioco era disponibile nel formato 4:3, e gli spazi e le proporzioni devono restare come l'originale, quindi non si può discutere.

Radiant Silvergun è l'aggiornamento in HD più rispettoso di uno dei tre migliori shooter verticali mai realizzati. Un must per tutti gli amanti del genere e per chi vuole sapere perché in Giappone divenne una sorta di malattia nelle sale giochi a marchio Sega.
Non compratelo se non avete idea della difficoltà che dovrete fronteggiare, pena un elevatissimo tasso di bestemmie. Si tratta di un gioco per i più "hardcore", nel vero senso della parola.

RADIANT SILVERGUN

Nessun commento:

Posta un commento