domenica 1 aprile 2018

OPERATION WOLF












LOCANDINA:




















ANNO: 1987

SOFTWARE HOUSE: Taito Corporation / East Technology

GENERE: Sparatutto

DESCRIZIONE: 
Il protagonista è un militare dell'esercito statunitense che deve infiltrarsi in una base nemica (presumibilmente situata nel sud-est asiatico) prendendo possesso di sei aree strategiche con lo scopo di liberare i prigionieri segregati nel campo di concentramento della base stessa, armato solamente con un mitragliatore IMI Uzi e di alcune granate. Al termine si viene ringraziati dal presidente degli Stati Uniti d'America in base al numero di ostaggi liberati.

Operation Wolf presenta un sistema di controllo che consiste in un mitragliatore posizionale con il grilletto per sparare i colpi ed un pulsante laterale per lanciare le granate; il controllo posizionale non disegna un cursore sullo schermo, sicché è necessario orientarsi con la posizione del mitragliatore ed i colpi sparati per capire esattamente dove si sta mirando. Il mitragliatore in metallo vibra realmente simulando l'arma reale, l'Uzi.
Il protagonista ha una barra di energia che cala progressivamente quando viene colpito. Lo scenario scorre automaticamente fino alla fine del livello, e non c'è possibilità di evitare i colpi dei nemici se non anticipandoli o colpendo le loro armi se queste sono armi da lancio. Nei sei livelli del gioco si incontrano vari civili, che non vanno colpiti altrimenti cala l'energia del giocatore: lo stesso discorso vale per i prigionieri da salvare, presenti negli ultimi due livelli.
È possibile raccogliere determinati oggetti lungo il livello colpendoli col mitragliatore, come le cartucce per ricaricare l'arma, le granate aggiuntive o l'energia supplementare: a volte possono essere rilasciati dagli animali che passano di tanto in tanto durante il gioco (galline, maialini e avvoltoi).
C'è una differenza sostanziale tra la versione giapponese e quella occidentale: nella prima c'è la possibilità, di volta in volta, di scegliere la missione da fare, mentre nella versione occidentale si deve necessariamente seguire un certo ordine di missioni.

Il gioco è composto dai seguenti livelli:
-LA BASE DI COMUNICAZIONE
L'obbiettivo della missione è quello di eliminare il centro di comunicazione allo scopo di isolare l'intera base nemica. Finché non si completa questo livello ogni altra missione presenterà un numero aggiuntivo di nemici pari a 5 moltiplicato per il numero di missioni già completate (ovviamente è un handicap che non ha effetto nella versione occidentale del gioco, in quanto questo livello è il primo da completare). In questo livello i nemici sono militari appiedati, paracadutisti, elicotteri e carri armati.

-LA GIUNGLA
Lo scopo è quello di catturare il leader del plotone nemico in modo da conoscere la posizione del campo di concentramento. Finché non si completa questa missione sarà impossibile poter selezionare la missione del campo di concentramento. I nemici di questo livello sono militari appiedati, carri armati e battelli.

-IL VILLAGGIO
Lo scopo è quello di liberare dalle forze nemiche un villaggio di possibili ribelli: una volta liberati, gli abitanti ringrazieranno offrendo fino a 20 punti di energia in più. Finché la missione non viene completata il livello dell'aeroporto presenterà due carri armati in più. I nemici sono gli stessi del primo livello.

-IL DEPOSITO DI MUNIZIONI
L'obbiettivo è quello di distruggere il deposito di munizioni e quindi tagliare i rifornimenti per le armi del nemico. Se la missione non viene completata il livello dell'aeroporto presenterà due elicotteri in più. Si tratta di un livello molto impegnativo, dove si consumano più munizioni di quante ne può fornire in aggiunta il livello stesso, e i due elicotteri in più nella missione del villaggio sono da considerarsi bruscolini in confronto a ciò che si affronta in questo livello. Qui compaiono per la prima volta i militari biondi muniti di giubbotto antiproiettile, che pertanto possono essere colpiti solo alla testa. Non mancano i carri armati e gli elicotteri.

-IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO
L'obbiettivo è quello di liberare i prigionieri dal campo di concentramento nemico. Finché la missione non viene completata non è possibile passare al livello finale.

-L'AEROPORTO
La fuga finale assieme agli ostaggi su un aereo, resa difficile dalla presenza di un gran numero di nemici già incontrati nei precedenti livelli, ai quali si aggiungono militari in motocicletta. Alla fine si affronta un boss rappresentato da un elicottero ben armato.
Successivamente si ripete il gioco da capo con difficoltà maggiore.

OPERATION WOLF

Nessun commento:

Posta un commento